LA CASA DI NOTTE

di Redazione Wall Street Italia
22 Luglio 2005 09:16

Il contenuto di questo articolo esprime esclusivamente il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) – «E ora decida il mercato», ha detto Antonio Fazio all´indomani dell´autorizzazione rilasciata alla Bpi per lanciare l´Opa su Antonveneta. In realtà al mercato resta poco da decidere visto che sia Bpi sia Unipol hanno già rastrellato direttamente o attraverso mani amiche il 51% di Antonveneta e Bnl. Tutto legittimo e conforme alla legge, dicono gli avvocati degli scalatori italiani.

Sprovveduti gli olandesi e gli spagnoli a lanciare l´Opa per primi, aggiungiamo noi, poiché così facendo si sono negati la possibilità di acquistare le azioni sul mercato a prezzi superiori. Con le attuali norme sull´Opa obbligatoria Abn Amro e Bbva avrebbero fatto meglio a rastrellare le azioni sul mercato attraverso mani amiche e poi chiedere le necessarie autorizzazioni alla Banca d´Italia, esattamente come ha fatto Fiorani.

In queste partite ha prevalso la logica del costruire la casa di notte confidando nel successivo condono. Forse con le nuove norme sull´Opa obbligatoria di matrice europea questo sistema non avrebbe funzionato. O forse sarebbe diventato troppo costoso. Ma in questa partita ha funzionato.

Copyright © La Repubblica per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved