L’EUROPA FLETTE ANCORA PER I TELEFONICI E I MEDIA

13 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Peggiorano le Borse europee a fine mattinata con i telefonici e gli editoriali in calo, ma con i titoli automobilistici forse galavanizzati dalle nuove prospettive europee per l’accordo Fiat -General Motors.

A FRANCOFORTE l’indice Dax perde il 2,72%.
Tra i titoli in denaro la RWE a +4,74%; Karstadt Quelle a +2,83%. Passa invece in negativo dopo una buona mattinata il titolo Bmw a -0,18%.
Positiva Volkswagen a +2,70%. In netto calo Siemens a -6,98% e Deutsche Telekom a -3,30%.

PARIGI segna un -2,72% per quanto riguarda l’indice Cac.
Buone performance per Peugeot a +3,59% e Renault a +2,83%.
In netto calo Canal plus a -8,40%, Vivendi a -6,70%; Alcatel a -4,66%.

A LONDRA l’Ftse segna a fine mattinata un -2,18%.
Si segnala tra i titoli britannici la Marconi a +5,88% e la Astrazeneca a +3,92%. Bene anche 3I a +3,98% e Rolls Royce a +2,69%.

In forte calo il telefonico Orange a -98,66%.