Italia: mercato edilizio KO. Produzione -10,8%

19 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il mercato edilizio italiano rimane in forte affanno. Nel mese di luglio, l’indice destagionalizzato che misura la produzione delle costruzioni è sceso su base mensile, dunque rispetto al mese di giugno, -2%. Stando a quanto ha aggiunto l’Istat, l’indice è salito invece nel trimestre compreso tra i mesi di maggio e luglio +1% su base trimestrale.

Tuttavia, tenendo conto degli effetti di calendario, la performance dell’indice è stata decisamente negativa (a luglio 2013 i giorni lavorativi sono stati 23, contro i 22 di luglio); il calo, o meglio lo scivolone, è stato -10,8% su base annua.

Ancora, considerata la media dei primi sette mesi del 2013, la produzione è crollata -11,7%, sempre su base annua.

Il trend del mercato edilizio italiano riflette il collasso del mercato immobiliare: come ha reso noto recentemente un articolo di Bloomberg, a Roma – solo per citare un esempio – non si vedono segnali di un miglioramento, con la fase di deterioramento dei prezzi che prosegue senza interruzione e viene affiancata dalla carenza di operazioni di acquisto.

Nonostante la svalutazione delle proprietà immobiliari, le cifre sulle vendite di case restano deprimenti. Le persone di età compresa tra i 30 e i 40 anni non comprano più e sarà così fino alla fine del decennio.

LEGGI ANCHE

Immobiliare italiano rischia di collassare.

Immobiliare: frena la caduta dei prezzi di vendita.

Tasso mutuo online proibitivo, immobiliare fermo.

Recessione Italia: anche colpa della bolla immobiliare.

Recessione Italia: anche colpa della bolla immobiliare.