Israele: ondata record di francesi in fuga per paura di antisemitismo

12 Gennaio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Dopo l’attentato al supermercato kosher di Parigi, Israele si prepara ad una nuova ondata di immigrazione di ebrei francesi, dopo i record dello scorso anno.

Secondo le statistiche ufficiali, quest’anno sono attesi almeno 10mila nuovi esuli, dopo che i francesi ebrei sono già diventati la prima nazionalità di immigrati nel corso del 2014 con 7000 trasferimenti, il doppio di quelli che erano arrivati nel 2013.

“Lo Stato di Israele è la vostra casa”, ha detto il premier Benjamin Netanyahu rivolgendosi idealmente agli “ebrei di Francia e agli ebrei d’Europa”, all’indomani degli attacchi terroristici che hanno sconvolto la Francia. Netanyahu, riportano i media israeliani, ha definito gli attacchi di Parigi una “diretta continuazione dell’attacco terrorista nel mondo moderno” e sostenuto che nonostante i diversi nomi dei vari gruppi terroristici sono “tutti guidati dallo stesso odio e fanatismo che non conosce barriere”.

In tre anni, sarà quindi raggiunta la cifra di 20mila franco-israeliani, pari al 4% della popolazione. (mt)