Israele attacchera’ l’Iran in primavera

3 Febbraio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Israele si prepara a lanciare un attacco in Iran per questa primavera, stando alle ultime indiscrezioni stampa. E’ pronto a scommetterci il segretario della Difesa Usa Leo Panetta, secondo quanto riportato dal Washington Post.

Il diretto interessato non ha smentito l’articolo controverso uscito ieri sul quotidiano statunitense, scatenando una ridda di reazioni polemiche. Panetta ha preferito sottolineare che e’ meglio non affrontare certi argomenti delicati.

“Panetta e’ convinto che si sia un’elevata possibilita’ che Israele lanci un attacco in Iran in aprile, maggio o giugno – prima che l’Iran faccia il suo ingresso in quella che gli israeliani descrivono come una “zona di immunita’” per cominciare a costruire una bomba nucleare”. Cosi’ scrive David Ignatius in un editoriale da Bruxelles, dove Panetta sta partecipando a una riunione nella sede della NATO.

Dalle ultime notizie stampa e’ emerso che le autorita’ Usa non ritengono che il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu abbia preso la decisione definitiva di attaccare. Ad ogni modo i funzionari piu’ alti dell’intelligence israeliana restano scettici sul progetto.

In America c’e’ chi pensa che sia tutto un bluff per incrementare le pressioni su Teheran. Ma a Washington rimangono due modi per dissuadere gli israeliani da compiere un simile atto estremo ed evitare la guerra e le conseguenze drammatiche che porta con se’.

Teheran potrebbe finalmente avviare i colloqui per una formula che garantisca che i suoi programmi nucleari rimarrano sul piano civile – energetico; oppure gli Stati Uniti potrebbero fare un passo in avanti per primi con l’obiettivo di ridurre il programma nucleare a tal punto che Israele si convinca del fatto che un intervento militare non e’ piu’ necessario.