Iran: Ue impone embargo petrolifero senza precedenti, Brent vola

23 Gennaio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Teheran – Gli ambasciatori dell’Unione europea si sono accordati oggi per imporre un embargo sulle importazioni di petrolio iraniano, ma hanno deciso di rimandarne la piena implementazione sino al primo luglio. Lo ha detto un diplomatico Ue.

L’accordo è il passo finale prima che i ministri degli Esteri della Ue diano la loro formale approvazione alla misura. L’incontro dei 27 ministri dell’Ue si tiene oggi a Bruxelles.

“(Gli ambasciatori Ue) si sono accordati sulle sanzioni all’Iran”, ha detto un alto diplomatico dell’Unione, parlando in condizioni di anonimato.

Secondo l’accordo, i governi Ue dovranno smettere di firmare nuovi contratti con Tehran dal momento in cui il bando viene stabilito — probabilmente da questa settimana — ma potranno continuare a tenere fede ai contratti esistenti sino al primo luglio.

Si attende anche che i ministri Ue concordino su altre misure restrittive riguardo alla banca centrale iraniana, ma non vi sono dettagli su questo al momento.

La decisione dell’Ue ha avuto un impatto immediato sui mercati energetici: i prezzi del petrolio quotati a Londra sono in rialzo di 83 centesimi a quota $110,69 al barile.