Investire dall’età di 8 anni: trading online come metafora di vita

4 Maggio 2022, di Alessandra Caparello

Il trading online è diventato molto più facile per i giovani che si approcciano al mondo della finanza e degli investimenti grazie anche ad app come Robinhood e Greenlight. L’ascesa di queste piattaforme di trading che permettono ai più giovani di comprare azioni può essere vista come “una grande opportunità” per farli “incuriosire ed eccitare sulla finanza personale”, come ha suggerito Thomas Henske, consulente finanziario.

In genere i nostri figli possono imparare lezioni di vita dall’investimento e dal trading in azioni. Ma come? Ecco i suggerimenti dell’emittente Cnbc.

Trading? Un gioco da ragazzi

L’app Robinhood è stata spesso criticata per la “gamification” dell’investimento,  nel senso che fa apparire il serio business degli investimenti divertente e intuitivo come un gioco. L’investitore miliardario Warren Buffet l’ha addirittura paragonato al gioco d’azzardo.

Ma prima si capisce come investire, più possibilità si ha di investire in futuro. Esperti del settore concordano sul fatto che è vantaggioso per i bambini dagli 8 anni in su essere esposti al mercato azionario.

“Insegnare le basi dell’investimento espone i bambini a capire come funzionano le imprese, [come] far crescere i soldi, e si spera, … come prendere decisioni di investimento sagge”, ha detto Tania Brown pianificatore finanziario certificato.

I bambini hanno anche un “bene prezioso” che gli adulti non hanno – e questo è il tempo, ha aggiunto Jerremy Newsome, il CEO di Real Life Trading.

Certamente gli alti e bassi del mercato azionario possono essere intimidatori tanto per gli adulti quanto per i bambini. Ma la volatilità è proprio il motivo per cui i nostri figli dovrebbero iniziare a investire in giovane età sostengono gli esperti

“Si potrebbe dire che ci sono diversi benefici non monetari nelle lezioni di vita che la volatilità del mercato azionario comporta”, ha spiegato Henske.

“Le azioni possono essere una metafora della vita sotto diversi aspetti. La vita non è una linea retta. I giovani possono imparare il rischio e la ricompensa… e pensare a lungo termine”.

Per Newsome, imparare il trading e gli investimenti è anche un modo per esporre i giovani a “ragionevoli avversità” e costruire “l’introspezione”. I ragazzi possono imparare il rischio, la ricompensa e come pensare a lungo termine attraverso il mercato azionario, ha precisato Henske.

“Quando fai un’operazione – non importa se si tratta di soldi veri o finti – e perdi, c’è una certa sensazione che si percepisce. Ci si arrabbia, ci si infastidisce o si è frustrati”. Tutto questo dà ai giovani la possibilità di imparare a riconoscere e capire le emozioni e poi “passare” ad uno stato più positivo, costruendo “l’intelligenza emotiva”.

Newsome ha aggiunto che imparare a scambiare azioni è anche un modo per i vostri figli di “praticare meglio la matematica” e vederla applicata nella vita reale.

“Nel mercato azionario, non c’è bisogno di essere un esperto di matematica, ma in genere si ha una buona comprensione di percentuali, decimali, moltiplicazione, addizione, sottrazione – questi principi matematici fondamentali sono molto diffusi nel trading”.

Così Newsome. Anche insegnare ai figli a risparmiare parte della loro paghetta, è un modo per assicurarsi che siano finanziariamente esperti in futuro.  Ma anche imparare a “far crescere la ricchezza” attraverso gli investimenti è altrettanto importante in giovane età.

“Prima una persona capisce come investire, maggiori sono le possibilità che quella persona investa in futuro”, ha detto Brown.

Ma prima occorre capire le basi delle finanze e poi investire precisano gli esperti interpellati dalla Cnbc.

“Iniziare con … il risparmio di una parte della loro paghetta, e imparare a ritardare la gratificazione. Queste abilità dovrebbero essere insegnate, praticate e utilizzate prima di passare agli investimenti”.

L’età giusta per iniziare a parlare ai ragazzi di investimenti? Tra gli 8 e i 12 anni. Il consiglio ai genitori è di esporre presto i ragazzi all’argomento degli investimenti, ma “non scoraggiatevi se non iniziano ad essere ricettivi a queste lezioni fino a quando non raggiungono la scuola superiore” sottolineano gli esperti.

Come dovrebbero iniziare a investire i ragazzi? E’ bene “investire in ciò che si conosce”. Può trattarsi di aziende con beni e servizi che usate ogni giorno, come Apple, Netflix o Google.

“Permettete a vostro figlio di scegliere una società di interesse, in modo che lui o lei sarà più di un “allievo volenteroso”, ha detto Tania Brown. Poi c’è chi come afferma che i genitori dovrebbero incoraggiare i bambini a investire in fondi comuni e fondi negoziati in borsa (ETF), piuttosto che in azioni individuali.