Internet: informazione minacciata. Troppe censure

23 Novembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK – La prossima conferenza delle Nazioni Unite avrà come tema la Global Communication e cercherà di raggiungere come obiettivo quello di salvaguardare “il libero flusso di informazioni in tutto il mondo”, stando a quanto riporta RT.

Ma Google, da parte sua, non ci sta, dicendo che nel caso venisse approvato un trattato del genere, minaccerebbe “la libertà di Internet”.

I rappresentanti degli stati membri delle Nazioni Unite che si riuniranno a Dubai dal 3 al 14 Dicembre avranno come obiettivo quello di elaborare un nuovo trattato di informazione universale che regoli il traffico su Internet. Questa notizia ha riacceso il feroce dibattito su chi dovrebbe controllare il web.

Google rimasta sulle sue posizioni ha aggiunto: “Un mondo libero e aperto a tutti, dipende a sua volta da un Internet senza censure. I governi da soli, che lavorano dietro porte chiuse, non dovrebbero decidere il suo futuro. Sono i miliardi di persone che usano Internet nel mondo invece che dovrebbero avere diritto di parola”.

Il gigante del web ha infine concluso dicendo che i 42 Paesi che si riuniranno a Dubai per questa conferenza hanno già deciso di applicare diverse censure e che questo sarà solo l’inizio.