INTERNET: GRAUSO REGISTRA CODICI TITOLI BORSA

6 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Continua il “rastrellamento” di domini Internet da parte di Nichi Grauso che ha registrato 450
codici Isin, vale a dire quelle serie numeriche che identificano i titoli di Borsa.

Ad annunciare la nuova mossa dell’imprenditore sardo è Repubblica.it che, in un articolo comparso sul sito del quotidiano, sostiene che anche la Consob si starebbe interessando del caso, pur non avendo ancora aperto alcun fascicolo sulla vicenda.

“E’ una mossa che suscita perplessità – rileva un portavoce dell’organismo interpellato da Repubblica.it – dal momento che la spendibilità di quei codici sembra bassa o nulla”.

Le ragioni per le quali Grauso si sia impadronito anche di questi domini risulta infatti incomprensibile agli addetti. I codici Isin sono una serie di numeri impossibili da memorizzare:
lo stesso Cedborsa, infatti, utilizza un codice mnemonico con le iniziali dei titoli.

Secondo un esperto di finanza on line uno dei possibili utilizzi che ne potrebbe fare Grauso potrebbe essere quello di sfruttarli per gli investimenti in Borsa con il cellulare.

“Digitando uno di questi numeri su un telefonino wap abilitato ad Internet – sostiene l’esperto – si otterrebbe un doppio risultato: aprire la pagina web in questione e contemporaneamente fare una ‘chiamata’ al database corrispondente, dicendogli che si vuole effetturare una
transazione sul titolo identificato in maniera univoca dal codice Isin. In questa prospettiva – prosegue – il lungo ed ostico codice numerico sarebbe più facile da ricordare dal cellulare di quanto non lo sia da una persona”.

Altri operatori, invece, sostengono che si tratti solo di una mossa ‘pubbliciataria’, ideata solo per suscitare l’interesse dei media attorno all’imprenditore sardo.