INFLAZIONE: PETROLIO IN RIBASSO A NEW YORK

8 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il prezzo del petrolio, che negli scorsi giorni aveva raggiunto livelli record degli ultimi 10 anni, ha iniziato a scendere dopo che l’Arabia Saudita ha annunciato che l’OPEC, l’organizzazione dei Paesi produttori di greggio, aumentera’ la produzione nel prossimo meeting in programma per domenica.

Ali al-Naiman, il ministro dell’energia del primo produttore al mondo di petrolio, ha dichiarato che il governo di Riyadh si aspetta che “i prezzi ritornino tra i $22 e i $28 al barile”.

“Questo potrebbe comportare un aumento ben piu’ alto di quanto si aspettano gli analisti – ha detto Tim Evans, analista di IFR Pegasus – Il mercato ha bisogno dal milione al milione e mezzo di barili al giorno per coprire la domanda nei mesi invernali”.

Al Mercantile Exchange di New York, il prezzo del petrolio e’ arrivato a meta’ mattinata a $34,06 al barile, per il contratto future con scadenza a ottobre. Si tratta di un ribasso di circa il 3,8%.