In manette l’uomo più odiato in Usa. Ha fatto soldi scommettendo su malati AIDS

17 Dicembre 2015, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Frode finanziaria. E’ questa l’accusa che ha portato all’arresto di Martin Shkreli, 32 anni, giovane star di Wall Street, conosciuto negli ambienti dell’alta finanza ma non solo, per essere riuscito a farsi odiare subito dall’opinione pubblica. Un’avidità al limite del concepibile, quella di questo ragazzo che è riuscito a incarnare il sogno americano facendo soldi a palate e speculando sulla vita di diverse persone malate.

Soprattutto quando, lo scorso settembre, dopo essersi aggiudicato tramite la sua società Turing Pharmaceuticals i diritti per la commercializzazione del Daraprim, farmaco per il trattamento dell’Aids e di altre malattie infettive come la toxoplasmosi e la malaria, ha scandalizzato il mondo aumentando il prezzo del medicinale +5.000% in un solo giorno.

“Most hated man in America”, ovvero “L’uomo più odiato in America”: questo il giudizio della BBC alla notizia del boom del prezzo, salito in poche ore da $13,50 a $750.

La vicenda ha fatto nascere un vero e proprio caso attorno alla figura di questo imprenditore, figlio di immigrati che erano arrivati dall’Albania e dalla Croazia e che hanno lavorato come bidelli, e astro nascente della finanza. Emtrò nel mondo di Wall Street quando non aveva neanche 20 anni.

In una mossa è riuscito a farsi odiare da tutti e a scatenare l’ira di Hillary Clinton, candidata democratica alle presidenziali Usa, che lo scorso mese ha tentato per l’ennesima volta di convincerlo a tagliare il prezzo del farmaco (cosa che inizialmente ha annunciato di fare, per poi cambiare idea). Lui l’ha letteralmente snobbata con un tweet “lol”. Disgusto è stato manifestato nei suoi confronti anche dall’altro candidato democratico, Bernie Sanders, che ha rifiutato una sua donazione di $2.700, diretta a una clinica per la cura dei casi di HIV.

Di nuovo, ha fatto gridare allo scandalo quando, in occasione di un summit organizzato da Forbes a New York, questo mese, ha detto:

“Probabilmente avrei alzato ancora di più il prezzo (del farmaco). D’altronde gli investitori si aspettano che io massimizzi i profitti”.

Diverse le manifestazioni di sdegno da parte di associazioni e attivisti per la cura dei malati di AIDS. Lo stesso candidato repubblicano Donald Trump è rimasto scioccato dal suo atteggiamento.

Martin Shkreli è diventato poi oggetto di derisione pubblica quando, recentemente, ha speso milioni di dollari per acquistare l’unica copia disponibile dell’album dei Wu-Tang Clan, che diversi fan avrebbero voluto ascoltare, per poi dire, sfacciatamente, che non aveva alcuna intenzione di ascoltare il CD nell’immediato.

Il suo nome è presente anche nella vicenda del trader che ha perso tutto e che si è trovato costretto a chiedere la carità online.

Detto questo, l’arresto si riferisce ad altro e non ha nulla a che vedere con il rialzo stratosferico deciso per il farmaco Daraprim. Shkreli è accusato dall’Fbi di aver piuttosto utilizzato illegamente le azioni di Retrophin Inc, società biotech che lui stesso ha avviato nel 2011 e da cui è stato poi cacciato, per pagare debiti legati ad altri affari.

A riassumere i momenti principali della vita di questo imprenditore è un articolo Blooomberg:

  • Shkreli ha iniziato la sua carriera con uno stage presso la trasmissione di finanza “Mad Money”, condotta da Jim Cramer, quando era ancora adolescente. Dopo aver raccomandato operazioni di trading che hanno avuto successo, ha creato un suo hedge fund, facendosi subito notare per le scommesse short contro i titoli del settore biotech, che gli hanno fruttato diversi soldi.
  • Nel 2009 fonda MSMB Capital Management, che accusa perdite per operazioni sbagliate con Merrill Lynch.
  • Nel febbraio del 2011 fonda la società biotech Retrophin.
  • Nel settembre del 2014 viene cacciato da Retrophi, e lancia tweet in cui afferma che i dirigenti sono “degli stupidi”.
  • Nel febbraio del 2015 lancia una nuova società, Turing Pharmaceuticals e acquista il Daraprim, alzando il prezzo del 5000%.
  • Ottobre 2015: il Procuratore di New York avvia una indagine sul prezzo e sulla distribuzione del Daraprim.
  • Novembre 2015: Un gruppo guidato da Shkreli acquista la maggioranza di KaloBios.
  • Dicembre 2015: si diffonde la notizia dell’acquisto da parte di Shkreli dell’unica copia dell’ultimo album dei Wu-Tang Clan. Lui commenta con un tweet: “entro 10 anni, più della metà di tutta la musica rap e hip hop sarà composta esclusivamente per me. Non preoccupatevi…condividerà qualcosa”.