Imparare a gestire i propri soldi con la regola del 50-20-30

8 Luglio 2021, di Alessandra Caparello

Imparare a gestire i propri soldi con la regola del 50-20-30

Che sia per comprare casa e metter su famiglia o per assicurarsi un bel gruzzoletto quando si è in pensione, è importante risparmiare. Ma gestire le proprie finanze e stabilire un budget mensile può essere impegnativo e difficile.
Per chi è alle prime armi e non sa da dove cominciare,  un buon punto di partenza può essere quella di usare la strategia del 50-20-30. Vediamo cosa significa.

Gestire i propri soldi: la Regola del 50-20-30

La regola del 50-20-30 divide il reddito in tre grandi categorie: necessità, desideri, risparmi e investimenti.

Il 50% del tuo stipendio dovrebbe essere destinato alle cose di cui si ha bisogno. Questa categoria include tutte quelle spese essenziali, come l’affitto, le rate del mutuo, il cibo, le utenze, l’assicurazione sanitaria, le rate del debito e quelle dell’auto. Se le spese necessarie occupano più della metà del reddito, potrebbe essere il caso di tagliare i costi o attingere al fondo dei desideri.

Il 20% del proprio stipendio dovrebbe essere destinato al risparmio e agli investimenti. Questa categoria include risparmi liquidi, come un fondo di emergenza, risparmi per la pensione, e qualsiasi altro investimento.
Gli esperti tipicamente raccomandano di puntare ad avere abbastanza contanti nel tuo fondo di emergenza per coprire da tre a sei mesi di spese di vita. Alcuni suggeriscono anche di costruire prima i tuoi risparmi d’emergenza e poi di concentrarti sugli investimenti a lungo termine.

Il 30% dello stipendio infine dovrebbe essere destinato a cose desiderate, intendendo per tale tutto ciò che non è considerato un costo essenziale, come viaggi, abbonamenti, cene fuori, shopping e divertimento.

Questa categoria può anche includere aggiornamenti di lusso: se si acquista un’auto più bella invece di una meno costosa, per esempio, questo rientra nella categoria dei desideri.

Infine è bene ricordare che non c’è un approccio unico per la gestione del denaro, ma il piano 50-30-20 può essere un buon punto di partenza se si è alle prime armi e ti stai chiedendo come dividere il tuo reddito.