Immobiliare Usa, prezzi in ribasso dell’1,1%

26 Aprile 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – A febbraio il rapporto Standard & Poor’s/Case Shiller, l’indicatore che monitora il prezzo medio degli immobili nelle 20 maggiori citta’ statunitensi, ha registrato una flessione dell’1,1% su base mensile, attestandosi di poco sopra il bottom toccato ad aprile 2009. Si tratta dell’ottavo calo mensile consecutivo.

Su base annuale la contrazione e’ stata pari al 3,3%, peggio del -3,2% atteso dagli analisti. Il dato del mese precedente e’ stato di -3,1%.

I prezzi sono calati in 19 delle 20 aree metropolitane monitorate da Case-Shiller. Unica a “salvarsi” e’ stata Washington DC, con un incremento del 2,7%. Ad Atlanta, Cleveland, Las Vegas e Detroit i prezzi sono sotto i livelli del 2000.