IL WARNING DI NOKIA SI ABBATTE SULL’EUROPA

di Redazione Wall Street Italia
18 Aprile 2002 11:36

La batosta di Nokia, che ha rivisto al ribasso le stime di fatturato dalle vendite dei telefoni cellulari, sì è abbattuta su tutta Europa come un colpo di maglio.

A Helsinki il titolo lascia il 2,99% a €22,70.

Ma nella manciata di secondi immediatamente precedente i risultati trimestrali del gruppo finlandese, l’attività è stata frenetica, con volumi molto elevati.

Gli investitori si sono lanciati in scommesse e il titolo, che in apertura era partito in negativo, è riuscito ad apprezzarsi anche del 3,20% a €24,20.

Il warning del colosso della telefonia si è fatta subito sentire su Stmicroelectronics, che ha in Nokia il suo primo cliente nell’acquisto di semiconduttori per telefonini.

Il titolo del gruppo italo-francese lascia sul terreno, a Piazza Affari, il 3,74% a €36,30.

A Parigi, dove pure è quotato (come del resto anche a New York), la perdita è del 2,17%.

In Francia perde quota anche Alcatel, con -1,12%.

Nel resto d’Europa ribassi per Ericsson, -4,36% a €39,50, per Siemens, -1,25% a €65,58, per Philips, -0,85% a €35,20.

L’indice eurostoxx del comparto tecnologico segna un calo del 3,24%. Va detto comunque che al ribasso contribuiscono anche i dati trimestrali negativi di Sap, colosso tedesco del software.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.