IL NASDAQ RECUPERA, E BALZA IN AVANTI: +3,5%

31 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora dal termine delle contrattazioni a Wall Street, il flusso di vendite nel settore high-tech continua a ridursi.

I gestori di portafoglio hanno ormai effettuato gli aggiornamenti necessari per chiudere in bellezza i libri contabili di fine mese e di fine trimestre, e ora il mercato e’ passato nelle mani dei cacciatori di prezzi d’occasione.

Nelle prossime due settimane, infatti, sono attesi moltissimi annunci di utili aziendali, la maggior parte dei quali dovrebbe essere superiore alle aspettative.

La ripresa del Nasdaq a fine sessione ha ricomposto l’ondata di vendite che durante la giornata ha travolto il settore high-tech, soprattutto nel comparto business-to-business.

Secondo alcuni analisti, uno dei fattori principali dietro il crollo sarebbe un rapporto pubblicato questa mattina dalla Prudential Securities, che ha espresso dubbi sulle potenzialita’ di crescita del settore.