IL MIB30 PASSA IN TERRITORIO NEGATIVO

23 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha eroso pian piano i guadagni dell’apertura, già limati al giro di boa di metà seduta e passa ora in territorio negativo.

Il mercato italiano ha seguito a ruota la compressione di quelli europei, già da qualche minuto convertiti al segno meno.

Il Mib30 cede lo 0,1%.

In ribasso, tra gli altri, Telecom Italia, Tim, ma anche Enel, San Paolo Imi e Unicredito che ha ampliato le sue perdite.

I future sugli indici americani sono giusto adesso passati in negativo, a dimostrazione della grande incertezza del mercato dopo che ieri Wall Street ha chiuso in pesante ribasso: il Dow Jones era sceso al livello più basso dall’8 ottobre 1998, mentre il Nasdaq si era portato ai minimi dal maggio 1997.

La sensazione è che gli investitori abbiano portato a casa i realizzi concessi dal rimbalzo della mattinata e che ora si siano fermati per guardare come si muoverà l’America, a un’ora dall’avvio della borsa a New York.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana