Il Bitcoin crolla sotto i 19 mila dollari. Cosa sta succedendo?

7 Settembre 2022, di Gianmarco Carriol

Il prezzo di Bitcoin è sceso pesantemente al di sotto del supporto di 19.500 dollari. Si è persino attestato al di sotto del livello di 19 mila dollari. Attualmente sta consolidando le perdite al di sopra del livello di 18.500 dollari, con scarse possibilità di risalita. Simon Peters, crypto market analyst di eToro, ha commentato:

“Il mercato delle criptovaluteè rimasto sostanzialmente stagnante la scorsa settimana, a causa della continua incertezza sui previsti aumenti dei tassi di interesse della Fed. Il Bitcoin è attualmente scambiato a meno di 19.000 dollari, mentre continua la sua sempre più stretta correlazione con le azioni. Ether è andato un po’ meglio, e ora è scambiato a circa 1.500 dollari, più o meno come la settimana scorsa. Ciò riflette probabilmente l’interesse rialzista per l’imminente merge, che avverrà il 15 settembre”.

Peters ha poi aggiunto:

“Se da un lato l’approccio da falco della Fed influisce senza dubbio sul sentiment, dall’altro siamo entrati nel mese di settembre, statisticamente uno dei più difficili per gli investitori. Storicamente, settembre è stato il mese peggiore per le azioni, con l’S&P 500 che è sceso in media di oltre l’1% dal 1928, in quanto gli investitori tornano dalle vacanze estive e affrontano l’impennata delle spese per il rientro a scuola e iniziano a maturare le perdite fiscali prima della fine dell’anno. Qualsiasi debolezza sarebbe probabilmente amplificata dalle criptovalute, data la loro maggiore correlazione con le azioni, che si è istituzionalizzata negli ultimi anni, e il loro tradizionale profilo di rischio più elevato in quanto classe di attivi più recente”.

Allo stesso modo, la maggior parte delle principali altcoin (le valute digitali alternative ai Bitcoin) stanno consolidando le perdite. Ethereum (ETH) è bloccato vicino a 1.500 dollari, con ostacoli vicini a 1.550 USD. XRP viene scambiato in un intervallo al di sopra del livello di 0,32 USD. ADA è rimasto stabile al di sopra del supporto di 0,45 USD.

Analisi del prezzo del Bitcoin

Dopo una forte ondata ribassista, il prezzo del Bitcoin ha trovato supporto vicino al livello di 18.500 dollari. Il BTC ha avviato una fase di consolidamento al di sopra del supporto di 18.500 dollari. Se ci sarà una correzione al rialzo, il prezzo potrebbe avvicinarsi a 19.200 USD. La prossima grande resistenza è vicina al livello di 19.500 USD, al di sopra del quale il prezzo potrebbe iniziare un’ondata di ripresa. Al ribasso, un supporto iniziale è vicino al livello di 18.500 USD. Il prossimo grande supporto è vicino alla zona di 18.000 USD, al di sotto della quale il prezzo potrebbe accelerare al ribasso.

Florian Giovannacci, responsabile del trading di Covario AG, in un’intervista a CoinDEsk ha dichairato che prevede che la debolezza di Bitcoin continuerà nel medio e breve termine poiché vede la crisi energetica come l’argomento principale per i prossimi mesi:

“In questo momento è davvero difficile per gli investitori stimare il pieno impatto sull’inflazione e sull’attività economica in generale. Molte incertezze stanno creando un sentiment di avversione al rischio, in cui i primi asset ad essere colpiti sono asset ad alto rischio come le criptovalute”.

Analisi del prezzo di Ethereum

Anche il prezzo di Ethereum ha seguito un percorso simile ed è sceso pesantemente al di sotto di 1.600 USD. ETH è addirittura salito al di sotto del livello di 1.500 dollari. Ora si sta consolidando al di sopra del livello di 1.500 dollari.

Al rialzo, una resistenza immediata è vicina al livello di 1.550 dollari. La prossima grande resistenza è vicina a 1.600 dollari, al di sopra della quale il prezzo potrebbe forse iniziare un discreto aumento.

Al ribasso, un supporto iniziale è vicino al livello di 1.490 dollari. Il prossimo supporto importante è a 1.450 dollari, al di sotto del quale il prezzo potrebbe persino testare 1.420.