I ricchi si sono arricchiti ancora di più durante la ripresa

29 Aprile 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Mentre lo stato di benessere delle famiglie americane calava per il 93% della popolazione, il patrimonio dei ricchi si e’ gonfiato ancora di piu’ nei primi due anni di ripresa economica.

Stando alle statistiche fornite da Pew Research, il 7% della popolazione deteneva il 63% del patrimonio complessivo nel 2011, una percentuale in rialzo dal 56% del 2009.

Per arrivare a questi risultati la societa’ di ricerca ha analizzato i dati del Census pubblicati negli Stati Uniti il mese scorso.

La ragione principale per spiegare l’ulteriore allargamento del gap tra ricchi e poveri e’ che di solito i nuclei familiari piu’ benestanti tendono a detenere titoli azionari e altri asset finanziari che hanno visto un buon incremento del valore durante la ripresa post crisi.

I meno abbienti di solito hanno invece investimenti in asset piu’ sicuri come l’immobiliare e la propria abitazione. I prezzi delle case non sono aumentati di molto dopo il crollo del valore accusato dopo lo scoppio della crisi subprime.