I milionari che non lasceranno nulla in eredità ai loro figli

25 Marzo 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Fa un po’ effetto sentire che un padre milionario decida di non lasciare neanche un centesimo in eredità ai propri figli, una volta che passerà a miglior vita.

La storia, che riporta il Guardian, racconta della scelta di John Roberts, amministratore delegato di ao.com, rivenditore online specializzato in elettrodomestici da cucina, che ha deciso di donare tutto il suo patrimonio in beneficenza, circa 500 milioni di sterline.

Roberts era diventato ricco dopo che un amico lo aveva sfidato, con una sterlina, dicendogli che non avrebbe mai iniziato il business.

Ma non si tratta certamente del primo caso del genere. Già in passato altri genitori, ricchi e famosi, avevano affermato e dichiarato di voler compiere tale scelta.

Nigella Lawson, giornalista inglese, divenuta anche lei ricca ha dichiarato: “Sono convinta del fatto che i miei figli non debbano avere sicurezze finanziarie”; la rock star Gene Simmons, ha dichiarato “non diventeranno mai ricchi con i miei soldi”; l’attore Jackie Chan ha invece dichiarato sul figlio: “Se è abbastanza bravo, sarà in grado di fare gli stessi soldi, altrimenti butterebbe via tutti i miei soldi”.

Una delle preoccupazioni di Roberts è quella di pensare che sua figlia, che vuole intraprendere la carriera da maestra, non si troverebbe a suo agio qualora i colleghi venissero a sapere che possiede una tale fortuna.

Rimane il fatto che forse la scelta più giusta, trattandosi anche dei propri figli, sarebbe quella di lasciare almeno una parte dei soldi. C’è sempre una via di mezzo tra il non ricevere niente e il ricevere tutto.