I miliardi di titoli comprati dalla Bce nel nuovo piano di quantitative easing

28 Ottobre 2019, di Massimiliano Volpe

Il nuovo programma di quantitative easing della Bce comporterà acquisti di asset per un valore di 20 miliardi al mese. Non è stata fissata alcuna scadenza per il QE, rilanciato da Mario Draghi in occasione della riunione del Consiglio direttivo della banca centrale dello scorso 12 settembre.

La Bce ripristinerà il programma di Quantitative easing (QE) a partire dal prossimo 30 ottobre.

Tra i titoli acquistati ci saranno soprattutto titoli di stato e questo porterà con ogni probabilità a un ulteriore calo dei rendimenti, che hanno già raggiunto il minimo storico.
Saranno probabilmente acquistati anche titoli di società private selezionate. Draghi ha detto che il nuovo QE procederà fino a che sarà “necessario”, cioè fino a quando le previsioni di inflazione non si saranno dimostrate “stabilmente” vicine al tasso obiettivo del 2 per cento.

Francoforte ha precisato che, in linea a quanto avvenuto con le edizioni precedenti gli acquisti si fermeranno nel periodo a ridosso delle ferie natalizie, per la precisione dal 19 dicembre al primo gennaio 2020, in ragione della minore liquidità del mercato.