I FUTURES USA RINGRAZIANO I RETAILERS

12 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

I futures americani ritrovano tonicita’ facendo presagire una partenza delle contrattazioni con il piede giusto. A mezz’ora dal suono della campanella i derivati sugli indici americani accelerano con un po’ piu’ di convinzione rispetto a un’ora fa.

Il merito va alla pubblicazione del dato delle vendite al dettaglio. Nonostante il maltempo che a febbraio ha investito gran parte degli States, i consumatori sono tornati a spendere, facendo registrare vendite superiori alle attese. Resta in calendario la fiducia dei consumatori rilevata dall’Universita’ del Michigan (attesa per le 15:55 italiane). A marzo dovrebbe esser invariata a quota 73.6 rispetto al mese precedente. Cinque minuti dopo sono previste le scorte alle imprese di gennaio, attese in crescita dello 0.2%.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Si guarda anche alle poltrone vacanti nella Fed. Dopo l’uscita di Donald Kohn prevista per giugno, il presidente Obama sarebbe pronto a nominare vicepresidente della banca centrale Janet Yellen, attualmente presidente della Fed di San Francisco e sostenitrice della politica monetaria accomodante targata Ben Bernanke.

Arrivano buone notizie dalla corporate america. National semiconductor ha archiviato il trimestre con conti migliori delle attese e ha fornito prospettive per il futuro superiori alle precedenti indicazioni. Anche la catena di abbigliamento Aeropostale ha messo a segno utili oltre le stime. Ann Taylor (abbigliamento femminile) torna a fare profitti.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico le quotazioni del greggio si mantengono in rialzo. I futures con consegna aprile avanzano di $0.81 attestandosi a quota $82.92 al barile con l’Agenzia internazionale dell’energia che ha migliorato le stime sulla domanda. Sul valutario la moneta unica viaggia a quota $1.3763 (+0.60%). L’oro guadagna $5.40 in area $1113.60 l’oncia. In progresso i Titoli di Stato, con il rendimento sul benchmark decennale che si attesta al 3.76 rispetto al 3.73% registrato un’ora fa.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 avanza di 5 punti (+0.44%) a 1150.70.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 guadagna 5 punti (+0.26%) a 1927.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones segna incremento di 36 punti a 10584.