I FUTURES USA PROVANO AD ESTENDERE IL RALLY

9 Luglio 2008, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono in rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio positivo per l’azionario. Non si ravvisano particolari motivi che giustifichino l’avanzamento dei futures negli ultimi minuti, sembra comunque che gli operatori (grandi banche d’affari e hedge funds) siano determinati ad estendere il rally di ieri nonostante il recupero del greggio.

Dopo il brusco scivolone degli ultimi due giorni, il petrolio ha ritrovato la forza per riportarsi sopra la soglia dei $137. A causa dei nuovi test condotti dall’Iran sul lancio di missili con gittata fino a 2000 chilometri (che potrebbero colpire Israele), le quotazioni dell’oro nero sono tornate a trattare al rialzo. Nel preborsa i futures con scadenza agosto segnano un progresso di $1.69 a $137.73 al barile. A stabilire la direzione del greggio nelle prossime ore potrebbero essere comunque i dati settimanali sulle scorte, che verranno pubblicati alle 16:35 ora italiana.

Il calendario non prevede altri importanti aggiornamenti macro: cio’ potrebbe enfatizzare maggiormente i movimenti sul comparto dell’energia con inevitabili riflessi sul mercato azionario. L’altro dato in programma, rilasciato nelle ore precedenti, ha evidenziato un incremento delle richieste per prestiti
immobiliari nell’ultima settimana.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sul fronte societario, incoraggianti i primi segnali offerti da Alcoa (AA) sulla stagione degli utili. Il gigante dell’alluminio, componente del Dow Jones, ha riportato nell’after hour di ieri sera profitti in linea col consensus e ricavi migliori delle attese: il titolo e’ salito del 3%.

Nel comparto hi-tech, riflettori puntati su Google (GOOG) che potrebbe risentire invece della nota diffusa dal Wall Street Journal secondo cui i ricavi provenienti dal sito di video online Youtube si attesteranno a livelli inferiori alle stime della stessa societa’. Nel comparto finanziario, Merrill Lynch (MER) sembra vicina ad un accordo per la vendita della propria quota in Bloomberg e BlackRock.

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro e’ in lieve recupero sul dollaro a quota 1.5715. Arretra leggermente l’oro a $920.40 (-$2.90) l’oncia. In flessione i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.91%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 4.00 punti (+0.31%) a 1277.70.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +6.50 punti (+0.35%) a 1875.00.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 30 punti (+0.26%) a 11405.00.

parla di questo articolo nel Forum di WSI