I FUTURES GIRANO IN POSITIVO DOPO I DATI

13 Maggio 2008, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono in rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio positivo per l’azionario.

A risollevare i contratti dai minimi giornalieri e’ sato il dato sulle vendite al dettaglio, risultato in calo dello 0.2%, ma in rialzo dello 0.5% (oltre le attese) escluso il comparto dell’auto. Alcune pressioni sono emerse dal fronte inflazionistico, con i prezzi alle importazioni avanzati in misura superiore al consensus ancora una volta a causa dell’aumento del prezzo del greggio.

Non e’ emersa alcuna sorpresa dalla conferenza del presidente della Fed, Ben Bernanke. Il n.1 della Banca Centrale ha dichiarato che le condizioni del mercato finanziario “sono lontane dalla normalita’” e che la Fed proseguira’ il programma di aste TAF per garantire la liquidita’ nel sistema bancario.

Ad occupare la scena e’ anche il comparto tecnologico con la notizia che il colosso informatico Hewlett-Packard (HPQ) ha rilevato Electronic Data Systems (EDS). Ieri sera, si vociferava su un prezzo d’acquisto compreso tra i $12 e i $13 miliardi, gli ultimi aggiornamenti riportano di un valore dell’operazione pari a $13.9 mld. “Le speculazioni di takeover hanno ripreso a muovere il mercato” ha affermato Lutz Roehmeyer, fund manager di LBB Invest. “Si tratta di un buon segnale che potrebbe rivelarsi utile agli investitori piu’ accorti”. Per HPQ si tratta dell’acquisizione piu’ grossa degli ultimi 6 anni; nel 2002 l’azienda rilevo’ Compaq.

Sul fronte degli utili societari, il colosso retail Wal-Mart (WMT) ha battuto le attese degli analisti. Tra le altre societa’ che diffonderanno i risultati in giornata si disntinguono: Applied Materials (AMAT), Electronic Arts (ERTS), Fossil (FOSL), Toll Brothers (TOL) e Whole Foods Market (WFMI).

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, nel comparto energetico, il petrolio sta continuando a ritracciare dai recenti massimi. Nelle contrattazioni elettroniche, i futures con consegna giugno segnano un calo di 33 centesimi a $123.90 al barile. Una diminuzione della domanda cinese per i prodotti petroliferi registrata ad aprile ha sollevato alcuni dubbi sulla sostenibilita’ dell’attuale prezzo. Sul valutario, l’euro e’ in deprezzamento nei confronti del dollaro a quota 1.5470. In flessione l’oro a $879.90 (-$5.00) l’oncia. Stabili i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ fermo al 3.77%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 3.60 punti (-0.26%) a 1408.30.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +3.75 (+0.19%) a 2002.25.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 24 punti (+0.19%) a 12888.

parla di questo articolo nel Forum di WSI