I FUTURE USA TENTANO
UN TIMIDO RECUPERO

3 Giugno 2003, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora dall’inizio delle contrattazioni a Wall Street, i future sugli indici Usa sono ancora tutti negativi, ma in leggero recupero rispetto alla precedente rilevazione.

In assenza di dati macroeconomici di rilievo, il mercato oggi si concentra sulle conclusioni del vertice dei G8 a Evian, sui livelli di cambio del dollaro e sull’attesa riunione della Bce di giovedi’.

Sul fronte societario, gli investitori tornano a confrontarsi con l’incubo degli scandali societari, sull’onda dell’indagine della SEC su IBM. Occhio anche alla chiusura del convegno sull’oncologia di Chicago, che potrebbe portare a prese di profitto sul settore biotech dopo i poderosi rialzi delle ultime settimane.

Da segnalare che nelle prossime sedute gli operatori inizieranno a fare i conti con le scadenze tecniche attese per venerdi’ 20 giugno. Alcuni movimenti sui mercati andranno quindi giudicati fuori dagli schemi dell’analisi fondamentale.

Alle 14:30 (le 8:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 1,20 punti (-0,12%), a 967,00 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in ribasso di 4,50 punti (-0,38%), a 1.186,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones scende di 18 punti (-0,20%), a 8.885 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a 102,01 e rendimenti al 3,38%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA