I FUTURE USA RESISTONO AL SUPEREURO

18 Dicembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) NEW YORK – 18 DICEMBRE – A due ore dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono tutti in terreno positivo.

Gli spunti macroeconomici oggi arriveranno dalle richieste di nuovi sussidi alla disoccupazione per la settimana passata, attesi prima dell’apertura. Dopo il suono della campana verranno resi noti i dati sui leading indicators (superindice) di novembre e quelli sull’attività manifatturiera dell’area di Chicago, raccolti dlla Federal Reserve regionale (Philly Fed) per il mese di dicembre.

Sul fronte valutario nuovo record negativo del dollaro che si avvicina sempre di più a quota $1,25 contro l’euro (XEU). Lo yen (XJY) rimane stabile sotto quota 108.

Tra le notizie da monitorare sul fronte societario, attenzione all’influenza dei dati sul settore semiconduttori (SOX – Phlx) del semi book to bill ratio. Dopo i risultati superiori alle attese di ieri di Lehman Brothers e Bear Stern oggi è la volta di Morgan Stanley (MWD – Nyse) e Goldman Sachs (GS – Nyse).

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 1.40 punti (+0,13%), a 1077,70 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 1,50 punti (+0,11%) a 1.408,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones sale di 12 punti (+0,12%) a 10.144 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,16%.

Se vuoi i Futures che vedi in questa pagina IN TEMPO REALE, WSI li fornisce in una delle 12 sezioni riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, utilizza il link INSIDER

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA