I FUTURE USA CAVALCANO IL TORO

28 Maggio 2003, di Redazione Wall Street Italia

A tre ore dall’inizio delle contrattazioni a Wall Street, i future sugli indici Usa sono tutti saldamente sopra la parita’.

A livello macroeconomico, prima dell’apertura di Wall Street, e’ atteso l’importante dato sugli ordini dei beni durevoli relativo al mese di aprile. Per quanto datato, il report fornira’ un importante segnale agli operatori. Dopo il +2,00% di marzo, il mercato attende un calo intorno al -1,00% (+/-0,2%). Forti delusioni o, al contrario, sorprese positive potrebbero innescare un accelerazione in un senso o nell’altro dei contratti sugli indici.

Attenzione ai movimenti sul comparto del reddito fisso. Dopo aver proseguito nella stessa direzione per qualche tempo, pare essere tornata la correlazione inversa tra borsa e titoli di Stato. Mentre il Dow e il Nasdaq puntano verso l’alto, i bond trader hanno ripreso a vendere Treasury. Il tasso sulla scadenza a 10 anni segna questa mattina circa 18 punti base sopra i minimi di venerdi’ scorso.

Alle 12:30 (le 6:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 7,00 punti (+0,74%), a 956,50 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 10,50 punti (+089%), a 1.183,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ sale di 69 punti (+0,79%), a 8.826 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a 101,10 e rendimenti al 3,48%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA