I FUTURE USA ACCELERANO
AL RIBASSO DOPO LA BCE

8 Maggio 2003, di Redazione Wall Street Italia

Quando manca poco piu’ di un’ora e mezza all’inizio delle contrattazioni a Wall Street, i future sugli indici Usa sono tutti negativi e in peggioramento rispetto alla rilevazione precedente.

La decisione della Banca d’Inghilterra e della Bce di lasciare invariato il costo del denaro non aiuta i mercati.

Sul fronte macro, da segnalare alle 8:30 E.T. (14:30 italiane) il consueto appuntamento settimanale sulle richieste di sussidi alla disoccupazione.

Alle 14:30 E.T. (20:30 italiane), la Fed rendera’ note le minute della riunione riguadante la decisione sui tassi. Considerata la grande incertezza sul fronte della politica monetaria, il materiale sara’ analizzato molto attentamente dal mercato.

Alle 13:53 (le 7:53 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 5,30 punti (-0,57%), a 924,20 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in ribasso di 10,50 punti (-0,92%), a 1.129,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones scende di 49 punti (-0,57%), a 8.499 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a 101,27 e rendimenti al 3,65%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA