I FUTURE NON REAGISCONO AL DATO SUL LAVORO

7 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI PRE-BORSA, in INSIDER. Abbonati subito!

Alle 08.30 E.T. sono stati resi noti, dal dipartimento del lavoro americano, i dati sull’occupazione di maggio. Le attese erano per un aumento delle nuove paghe del settore non agricolo di 45.000 unita’, dato da confrontare con il +43.000 di aprile. Il dato e’ risultato in crescita di 41.000 unita’

Il tasso di disoccupazione atteso al 6,1% contro il 6,0% precedente si e’ assestato al 5,8%.

I dati sono quindi contrastati, la reazione del mercato non sembra premiarli. I contratti continuano nella loro discesa.

L’incapacita’ dei mercati di proseguire il recupero dell’ultima ora della sessione di mercoledi’ sulla notizia che Oracle avrebbe rispettato le stime, e’ cominciato ieri fin dal primo mattino.

Gli investitori si sono trovati di nuovo davanti allo stesso scenario: notizie relativamente buone e un mercato incapace di mettere a segno alcun tipo di rally.

La situazione per il comparto azionario e’ molto precaria al momento. Tuttavia dovremmo essere in prossimita’ del punto in cui ci saremo liberati di tutte le sopravvalutazioni, pronti per una ripartenza con un ritmo sostenibile.

L’unica questione rimane il livello da cui ricominciare.

————————————————————-

Ogni giorno dal lunedi’ al venerdi’, Wall Street Italia pubblica le indicazioni e i grafici relativi alla fase di pre-apertura dei mercati azionari americani in base all’analisi dei future trattati sul circuito elettronico Globex.

Investitori e operatori potranno avere cosi’ un commento continuamente aggiornato (prima dell’apertura delle contrattazioni Usa) che tenga conto di linee di resistenza e di supporto, valore del Fair Value
, relative strenght index e punti di inversione con riferimento ai grafici dei singoli titoli quotati sui listini americani in evidenza per particolari motivi, oppure i grafici dei future sugli indici Nasdaq 100, S&P 500 o Dow Jones Industrial Average

www.2Mstrategies.com
*Michael Paulenoff e’ uno dei fondatori di 2Mstrategies