I consigli di Warren Buffett per battere l’inflazione

17 Giugno 2021, di Alessandra Caparello

Grande preoccupazione di chi investe è l’inflazione, anche per un guru delle borse come Warren Buffett. L’aumento generale dei prezzi fa perdere il potere d’acquisto nel tempo e per gli investitori, se l’inflazione diventa abbastanza alta, può trasformare quello che sembra un rendimento positivo in uno negativo.

Per battere l’inflazione vengono in aiuto i consigli dell’investitore più famoso al mondo, il 90enne Warren Buffett, pubblicati da Bankrate.com.

Investire in buone aziende con basse esigenze di capitale

Buffett ha a lungo sostenuto di possedere aziende che guadagnano alti rendimenti sul capitale investito. In tempi di inflazione, le aziende con basse esigenze di capitale che sono in grado di mantenere i loro ricavi dovrebbero andare meglio di quelle che devono investire più denaro a prezzi sempre più alti solo per mantenere la loro posizione.

Cercare aziende che possono aumentare i prezzi

Se un’azienda può aumentare i prezzi dei suoi prodotti, ha un grande vantaggio durante i periodi di alta inflazione perché è in grado di compensare i propri costi crescenti.

Warren Buffet con l’inflazione date un’occhiata ai TIPS

I Treasury Inflation-Protected Securities, o TIPS (titoli di stato con cedole legate all’inflazione) sono un investimento approvato da Buffett per gli investitori che sono preoccupati per l’aumento dell’inflazione.
I TIPS no agli investitori un tasso d’interesse fisso due volte l’anno, ma l’importo principale è regolato dall’inflazione, commisurato dall’indice dei prezzi al consumo.

Investire in se stessi ed essere i migliori in quello che si fa

Investire nel proprio talento è uno dei modi migliori per mantenere il proprio potere d’acquisto nel tempo, disse Warren Buffett agli azionisti della sua creatura Berkshire Hathaway nel 2004.

Da qui il consiglio è di considerare di arricchire il proprio curriculum imparando una nuova abilità attraverso risorse online o le università telematiche.

Evitare le obbligazioni tradizionali

“Le obbligazioni non sono il posto dove stare in questi giorni”, ha scritto Buffett nella sua lettera del 2020 agli azionisti della holding Berkshire. Con i tassi di interesse ancora in bilico vicino ai minimi storici ma con prospettive di rialzo, gli investitori in obbligazioni potrebbero essere danneggiati in modo significativo in un ambiente inflazionistico.

Limitare i propri desideri

Il socio d’affari di Buffett e vice presidente della Berkshire Hathaway, Charlie Munger, ha la sua opinione su come affrontare al meglio i periodi di alta inflazione: “Una delle grandi difese per essere preoccupati per l’inflazione è non avere molti bisogni stupidi nella propria vita”, disse Munger agli azionisti della Berkshire nel 2004.
Può essere utile un app che aiuti a tracciare le proprie spese.