HEDGE FUNDS: TIGER CHIUDE I BATTENTI?

29 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Tiger Management, l’hedge fund di Julian Robertson da 6 miliardi di dollari, potrebbe annunciare la chiusura delle operazioni per la fine della settimana.

Lo hanno confermato alcuni investitori del fondo, che non hanno voluto essere individuati. Tiger e’ la seconda societa’ di hedge funds per importanza nel mondo, dopo quelle che fanno capo a George Soros.

Secondo la rete televisiva Usa Cnbc, Tiger avrebbe in programma di mettere in liquidazione il Jaguar Fund, il piu’ grande dei fondi del gruppo, restituendo i soldi agli investitori, a partire da venerdi’ l’ultimo giorno del mese.

Il motivo sono le pessime performance del fondo negli ultimi tempi: una perdita del 18% negli ultimi dodici mesi. Il patrimonio di Tiger Management e’ calato agli attuali 6 miliardi di dollari, rispetto ai 22 dell’agosto 1998.

Molti degli investimenti di Julian Robertson, un mago della finanza per molti anni, si sono rivelati sbagliati, col conseguente calo dei titoli in portafoglio. L’esempio piu’ clamoroso e’ U.S. Airways (U) di cui Tiger ha il 25%, una posizione troppo forte per essere liquidita sul mercato. Cio’ ha provocato una fuga degli investitori.

Negli ultimi giorni Tiger ha smobilizzato diverse posizioni di una certa consistenza, compreso il 12% nella Federal-Mogul Corp. (FMO), in Intel Corp. (INTC) e Sealed Air Corp. (SEE). Secondo alcuni operatori la debolezza recente di Intel sarebbe da mettersi in relazione alle vendite dell’hedge fund.

Non e’ chiaro pero’ se in linea generale Robertson liquidera’ il fondo (lui e’ ancora il maggior azionista di Jaguar, di cui possiede un patrimonio di 2 miliardi di dollari) o se ne fara’ confluire il patrimonio in un’altra entita’. Si era parlato in passato di una fusione con un altro hedge fund, Maverick Capital, l’affare era poi saltato, ma non e’ detto che l’occasione adesso non si sia fatta piu’ concreta.

Robertson, 67 anni, si era fatto una reputazione come ”investitore classico che punta sul valore”. Avvio’ il suo fondo nel 1980 con 8 milioni di dollari.