HEDGE FUNDS:
UN ALTRO
MEGA-SALVATAGGIO

20 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

Bear Stearns, il piu’ grande broker per hedge funds degli Stati Uniti, ha offerto $1.5 miliardi tramite un maxi-prestito per aiutare a salvare un suo fondo hedge che ha totalizzato forti perdite, scrive l’agenzia di stampa finanziaria Bloomberg.

Il piano prevede che Bear Stearns metta sul piatto il denaro soltanto se alcuni dei creditori dell’ hedge fund, tra cui Merrill Lynch e JPMorgan Chase, si impegnano a loro volta a un’iniezione di liquidita’ pari a $500 milioni in cash.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Bear Stearns sta cercando quindi di evitare la liquidazione del fondo, secondo Bloomberg. Cio’ ha costretto la banca d’affari Usa a vendere forzatamente la scorsa settimana un portafoglio di $4 miliardi di bond legati ai mutui immobiliari Usa. Merrill Lynch e JPMorgan hanno in programma la vendita di altri $800 milioni di bond dello stesso tipo. La potenziale chiusura dell’hedge fund ha ovviamente rafforzato le preoccupazioni circa ulteriori e piu’ ampie situazioni a rischio e conseguenti forti perdite nel comparto dei bond legati al settore subprime dei mutui immobiliari negli Stati Uniti.

L’hedge in crisi ha appena 10 mesi di vita. Si chiama High-Grade Structured Credit Strategies Enhanced Leverage Fund ed e’ gestito da un senior managing director di Bear Stearns, Ralph Cioffi. Ha raccolto circa $600 milioni dagli investitori, ma poiche’ ha perso nei primi 5 mesi dell’anno -23%, ha fermato le richieste di rimborso. I sottoscrittori hanno infatti chiesto in totale il ritiro di $300 milioni entro il 30 giugno. Di qui il tentativo di maxi-salvataggio, forse il piu’ impegnativo dopo la crisi dell’hedge fund Long Term Capital Management nel 1998.

Secondo il New York Post, che per primo ha scoperto la notizia, l’hedge di Bear Sterns aveva un leverage molto alto di 10-a-1 o anche 15-a-1 rispetto al proprio capitale, il che ha portato la valutazione fino a oltre $6 miliardi.