HEDGE FUND LICENZIA TRADER, PERDEVA TROPPO

6 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piccolo terremoto nel mondo ovattato e segreto degli hedge funds. Omega Advisers ha licenziato la scorsa settimana il rsponsabile del trading del fondo, Jonathan Bailey.

Omega, con uffici a New York, e’ uno dei piu’ importanti fondi di questo tipo; e anche se piu’ piccolo in termini di patrimonio, sta nella categoria dei ”top ten”, dominata da nomi noti quali quelli di George Soros, con i fondi Quantum e Quota, e Julian Robertson, con i fondi Tiger.

Il fondatore e gestore di Omega, Leon Cooperman, e’ andato su tutte le furie quando i primi di febbraio sono stati fatti i conti per calcolare le performance del mese precedente. Pessime per un hedge fund noto per i suoi alti rendimenti:
-5,0%.

Poiche’ iniziare l’anno con un rendimento nettamente in rosso condiziona il trading per l’intero trimestre, se non per i primi sei mesi, Cooperman ha trovato immediatamente il capro espiatorio. Cosi’ senza pensarci due volte ha fatto fuori il capo dei gestori Jonathan Bailey. Il quale adeso sta cercandosi un lavoro. A meno che non si metta in proprio, come alcune fonti di New York suggeriscono a Wall Street Italia.

Stando a quel che si sente dire a Wall Street, si prevedono nelle prossime settimane altri terremoti nel settore, dovuti alla volatilita’ dei mercati finanziari. Un primo assaggio lo si e’ avuto la settimana scorsa, quando le forti oscillazioni sul mercato obbligazionario hanno spiazzato numerosi hedge funds, che si sono trovati dalla parte opposta rispetto all’andamento del titolo del Tesoro Usa a 30 anni (vedere articoli di WSI).