Guerra dazi Usa-Cina: in vigore tariffe per $16 miliardi

23 Agosto 2018, di Mariangela Tessa

Entra nel vivo lo scontro commerciale tra Stati Uniti e Cina. Dopo le minacce, alla mezzanotte di giovedì 23 agosto, nel fuso orario di Washington (le 6:00 in Italia) sono diventati operativi i nuovi dazi Usa al 25% sull’import ‘made in China’ per un valore di 16 miliardi di dollari.

Si tratta della  seconda tranche dei 50 miliardi totali voluti dal presidente americano Donald Trump. Una mossa che getta comunque le basi per una rapida escalation di una guerra commerciale tra le prime due economie del pianeta: gli Usa hanno in corso le “pubbliche audizioni” su ulteriori dazi fino al 25% sull’import di beni “made in China” per 200 miliardi.

Trump ha inoltre minacciato di essere pronto ad altri interventi fino a superare i 500 miliardi di dollari complessivi, raggiungendo quindi il valore totale dell’export cinese verso gli Usa.

La risposta di Pechino non si è fatta attendere: a stretto giro è divenuta operativa la mossa speculare della Cina, che ha messo nel mirino oltre 300 beni, sempre con dazi al 25%.

L’entrata in vigore dei dazi avviene proprio mentre le delegazioni dei due Paesi oggi a Washington terranno la seconda giornata di colloqui per scongiurare l’escalation dello scontro commerciale.