Grillo contestato a Genova: “vieni a spalare”

14 Ottobre 2014, di Redazione Wall Street Italia

GENOVA (WSI) – Beppe Grillo, in visita a Genova nelle zone alluvionate, è stato contestato da un gruppo di volontari che stava spalando il fango nel Museo di storia naturale.

“Vieni qua, ti metti un po’ di fango e ti fai fare le foto…”, gli hanno detto. E Grillo ha risposto: “Siamo dalla stessa parte, andate a fare spalare Renzi. Noi siamo tutti a spalare”.

All’ingresso del Museo un giovane volontario si è rivolto a Grillo dicendogli: “Qui c’è tanto da fare, vieni a spalare”. E il leader del Movimento 5 Stelle ha risposto: “Siamo tutti sulla stessa barca”. Una frase che non è piaciuta ai giovani che gli hanno risposto: “Vaffanculo”.

Grillo, prima di allontanarsi a bordo del suo scooter, gli ha urlato: “Andate a dire a Renzi di andare a spalare, noi siamo tutti a spalare”.

Dopo essere stato contestato il fondatore del M5S ha proseguito la sua visita nelle zone alluvionate del capoluogo ligure.

Il portavoce del Movimento 5 Stelle ha raggiunto a bordo del suo scooter Borgo Incrociati, il quartiere devastato dalla piena del torrente Bisagno, dove ha nuovamente attaccato i giornalisti presenti: “Se succedono queste cose due volte -ha detto- è anche colpa della cattiva informazione”.

Prima di lasciare definitivamente il centro, Grillo è poi andato a visitare la zona di Corso Torino, intrattenendosi a parlare con alcuni commercianti e “angeli del fango”.

“Ho detto alle tv che mi hanno chiesto un’intervista di mettere sul mio iban 2mila euro per gli alluvionati di Genova. Se li versate, sono a vostra disposizione. Finché non li ricevo con voi non ci parlo”, ha aggiunto il genovese.