Grecia, panico in vista elezioni. Due banche bussano a porta Bce

16 Gennaio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Effetto panico in Grecia mentre è partito il conto alla rovescia per le elezioni, che si terranno il 25 gennaio prossimo. Secondo quanto riporta il quotidiano greco Kathimerini, due banche greche, Eurobank e Alpha Bank, la terza e la quarta più grande banca del paese, avrebbero chiesto alla Bce accesso ai fondi di emergenza per motivi “preventivi”.

Secondo il quotidiano ateniese, le due banche avrebbero chiesto l’accesso a 5 miliardi di euro mentre altre banche, anticipa il quotidiano, si preparano a fare la stessa cosa nei prossimi giorni.

Numerosi clienti avrebbero già ritirato più di 3 miliardi di euro (erano 2,5 a dicembre) dalle banche e le imprese stanno soffrendo a causa del calo dei consumi e i livelli di liquidità più bassi. Ma anche le banche secondo Kathimerini starebbero soffrendo per mancanza di liquidità a seguito dell’acquisizione di buoni del Tesoro a breve, i cosiddetti Tbill a sei mesi, forzate da parte dello Stato.

Solo pochi giorni fa la Banca Centrale greca ha dichiarato che il deflusso dei depositi nel sistema bancario greco è “completamente sotto controllo”. “La Banca di Grecia e la Bce seguono da vicino gli sviluppi e interverranno se necessario”. (mt)