Grecia, Merkel prova a sedare possibile rivolta in Parlamento

19 Maggio 2015, di Redazione Wall Street Italia

BERLINO (WSI) – La Cancelliera tedesca German Angela Merkel le sta tentando tutte per scongiurare una rivolta in Parlamento di un terzo dei suoi deputati contrari a un accordo di compromesso con la Grecia.

I leader del partito di Merkel, la CDU, stanno cercando di convincere gli oppositori, dicendo che potrebbero dov er approvare un nuovo piano di aiuti alla Grecia volto a scongiurare un default anche se Atene si rifiutasse di implementare tutti i cambiamenti chiesti dai creditori.

Lo riporta Bloomberg, citando funzionari del partito che hanno chiesto di rimanre anonimi perché le trattative sono top secret.

Il governo greco ha già fatto sapere che su certi punti – salario minimo, taglio pensioni e privatizzazioni – non è pronto a fare concessioni. Allo stesso tempo il premier Alexis Tsipras e il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis sono ottimisti e credono di poter stringere un accordo già dalla prossima settimana.

Merkel ha chiesto alla cancelleria del suo partito di dire ai dissidenti che se la Grecia abbandona l’area euro, l’evento choc rischierebbe di causare una instabilità politica ed economica nella regione.

In Germania autorità politiche e opinione pubblica sono esasperati dai difficili ed eterni negoziati tra creditori europei e leader greci. Il successo della strategia di Merkel dipenderà molto da quali concessioni l’esecutivo greco, guidato dal partito di sinistra Syriza, è pronto a fare.

Fonte: Bloomberg

(DaC)