Governo Monti giura: le manovre sono finite

31 Ottobre 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Il ministro dell’Economia, Vittorio Grilli, esclude l’ipotesi che il governo di Mario Monti in primavera definisca nuove misure correttive per garantire il pareggio di bilancio strutturale oltre il 2013.

“Quello che abbiamo presentato è quello che abbiamo intenzione di fare”, ha detto il ministro a margine della 88° Giornata del risparmio.

La scorsa settimana la Banca d’Italia ha suggerito al governo di “prevedere, eventualmente in primavera, quando sarà riconsiderato il profilo programmatico e qualora la ripresa dell’economia già si preannunciasse, contenute misure correttive – auspicabilmente connesse con il processo di revisione della spesa – tali da assicurare il pareggio in termini strutturali anche dopo il 2013”.

Intanto oggi dopo mesi di discussioni, trattative e polemiche, il testo anti corruzione è stato definitivamente approvato dal Parlamento.