GOOGLE: E ANCHE IL VIDEO E’ A POSTO

11 Ottobre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Google compra YouTube e per i giovanissimi fondatori del nuovo fenomeno Internet è festa di nozze sul Web. Chad Hurley e Steve Chen, i creatori del sito leader mondiale della distribuzione di immagini gratis sulla rete on-line, sono stati acquistati da Google per la cifra record di 1,65 miliardi di dollari. Voci sull’annuncio da parte del gruppo di Mountain View, nei pressi di San Francisco, circolavano da diversi giorni, vista la volontà di Google di ottenere un ruolo di spicco nella cosiddetta rivoluzione delle immagini sul web.

YouTube, che non fa ancora profitti, rappresenta l’acquisto più oneroso per Google da quando è apparsa sul mercato circa 8 anni or sono. La transazione comporta esclusivamente cessione di titoli. YouTube – che secondo alcuni esperti potrebbe avere in futuro seri problemi di copyright – conserverà il suo nome e i 67 dipendenti nel quartier general di San Bruno, e continuerà ad essere diretta dai fondatori Chad Hurley e Steve Chen.

L’acquisto fa di YouTube l’oggetto del desiderio di gran lunga più caro caduto nelle mani di Google: l’anno scorso il motore di ricerca aveva speso 130 milioni di dollari per ingurgitare un totale di 15 piccole aziende. Per Google è una scommessa ad alto rischio sulla spinta migratoria del mercato della pubblicità dalla televisione al web. “E’ il prossimo passo dell’evoluzione del Web ha detto Eric Schmidt, l’amministratore delegato di Google durante uan conferenza stampa.

Per Hurley e Chen è stata festa grande: “Abbiamo adesso le risorse di muoverci ancor più velocemente di prima”, ha detto Hurley, che ha 29 anni. I due, che hanno festeggiato con un video ovviamente affisso sul web, erano ex dipendenti di PayPal quando misero a punto YouTube in un garage di San Mateo nel 2004: a quel tempo volevano solo creare un sistema rapido per condividere video in rete, soprattutto filmini domestici di compleanni e feste tra amici.

Oggi YouTube è un colosso con 100 milioni di video trasmessi al giorno e una media di 20 milioni di visitatori unici al mese: dati che l’hanno rapidamente portato in vetta alla classifica dei siti più visitati, al quattordicesimo posto. Schmidt ha un’altissima considerazione dei due giovani fondatori di Youube che ha paragonato per genialità a Sergey Brin e Larry Page di Google.

E anche Brin, oggi 33 anni, ha visto somiglianze con la coppia di YouTube: “E’ difficile immaginare una compatibilità migliore con un’altra societa”, ha dichiarato: “Mi ricorda come eravamo noi, solo qualche anno fa”.