Consulenza finanziaria, per Goldman Sachs titoli delle reti hanno spazio per correre

21 Settembre 2020, di Mariangela Tessa

Per i titoli dei big italiani della consulenza finanziaria c’è ancora spazio per correre. Parola degli analisti di Goldman Sachs che in una nota diffusa oggi ha puntato il dito soprattutto su Banca Generali e Fineco Bank, considerati a suo avviso i due titoli con maggiore potenziale di appezzamento a Piazza Affari.

“Dopo la forte crescita raggiunta nel primo semestre, Fineco Bank ha nuovamente raggiunto la più alta crescita relativa del patrimonio gestito nel bimestre luglio/agosto. Il gruppo ha conseguito un aumento annualizzato dell’11% circa, per un valore totale di 730 milioni di euro.
Nello stesso periodo, Banca Generali e Banca Mediolanum hanno raggiunto rispettivamente 580 milioni di euro e 670 milioni di euro, pari ad una crescita annualizzata del 7% circa per entrambe le reti. Infine, Azimut ha toccato i 437 milioni di euro (+6% circa)”.

In questo quadro, spiegano gli esperti della banca americana:

“Continuiamo a aspettarci che, nel biennio 2020-2022 Fineco e Banca Generali generino la più alta crescita del patrimonio in gestione nel settore, supportato dall’espansione delle quote di mercato oltre che dalla crescita dei loro prodotti gestiti internamente, FAM e Lux IM. In particolare, nel biennio 2020-2022  le attese sono per una crescita annuale del 10% e del 6% rispettivamente.
La crescita per Banca Mediolanum e Azimut è invece attesa ad un tasso inferiore, rispettivamente del 5% e del 3,2 per cento”.

Ecco nel dettaglio giudizio e prezzo obiettivo per i titoli dei quattro big player del mercato italiano:

Azimut

Rating: neutral

Target price: 18,10 euro (upside del 9% circa)

Banca Generali

Rating: buy

Target Price: 30,5 euro (upside del 12% circa):

Banca Mediolanum

Rating: neutral

Target price: 7,30 euro (upside del 12% circa)

FinecoBank

Rating: buy

Target Price: 14,80 (upside del 22% circa)