Goldman Sachs: l’euro così come lo conosciamo ha due anni di vita

25 Luglio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Ormai l’Eurozona cosi’ come la conosciamo ha raggiunto un punto critico e il tempo a disposizione per trovare una soluzione sta per scadere.

L’avvertimento viene dal presidente di Goldman Sachs Asset Management, Jim O’Neill.

“Due anni al massimo – ha detto in un’intervista all’emittente CNBC O’Neill, noto per aver coniato il termine BRIC – questo e’ il tempo che e’ rimasto all’Eurozona per riuscire a sopravvivere nalla forma in cui la conosciamo ora”.

LEGGI ANCHE: Esclusivo: il nuovo euro

“Con ogni probabilita’ poi – ha aggiunto O’Neill – la realita’ e’ un’altra e il tempo a disposizione e’ ancora piu’ limitato”.

L’Unione Monetaria Europea nel suo complesso sta lentamente cessando di funzionare, dopo che le autorita’ europee hanno ripetutamente fallito all’appuntamento, non essendo riuscite a prendere decisioni risolutive.

“L’EMU cosi’ com’e’ strutturata non funziona. O si creano gli Stati Uniti d’Europa o non si creano”, ha aggunto O’Neill. E che non ci siano vie di mezzo.