Goldman: “pronti a lasciare la City se UK esce dall’Ue”

6 Dicembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

LONDRA (WSI) – Regno Unito pronto a considerare l’opzione di un’uscita dall’Unione europea? Che ci pensi bene, visto che potrebbero esserci gravi ripercussioni per la City londinese.

Stando a quanto riporta il Guardian, la banca d’affari Goldman Sachs ha lanciato un chiaro avvertimento, o meglio, una vera e propria minaccia. L’istituto ha praticamente detto che trasferirà le proprie operazioni europee a Parigi o Francoforte, nel caso in cui l’UK dovesse dire addio all’Ue.

Saremmo pronti a “trasferire una parte consistente del nostro business europeo da Londra a un sito dell’Eurozona – e i contendenti più ovvi sarebbero Parigi e Francoforte”, ha detto Michael Sherwood, co-amministratore delegato di Goldman Sachs International.

Il colosso di Wall Street vanta uno staff corposo in Europa, composto da 7.000 dipendenti, di cui l’85% è attivo nella City.