GM: IL MARCHIO HUMMER PASSA AI CINESI

di Redazione Wall Street Italia
2 Giugno 2009 18:50

Il marchio Hummer di General Motors, quello dei celebri e amati-odiati fuoristrada e Suv basati su un modello di veicolo militare (l’Humvee), sarà venduto alla Sichuan Tengzhong, compagnia cinese specializzata nei veicoli speciali e nella componentistica. L’anticipazione è del New York Times, dopo che il gruppo di Detroit – reduce dalla richiesta di amministrazione controllata e ormai avviato al controllo pubblico per fare fronte a debiti miliardari – aveva annunciato di aver sottoscritto protocollo d’intesa con un partner per la vendita del brand Hummer. Almeno un’altra azienda sarebbe ancora interessata a comprare Hummer, ma i colloqui sarebbero congelati. L’operazione – scrive l’agenzia Bloomberg – dovrebbe essere completata entro la fine del terzo trimestre, e non si conoscono i termini finanziari dell’accordo. Le stime sul valore del marchio Hummer parlano di circa 500 milioni di dollari.

L’amministratore delegato di General Motors, Fritz Henderson, ha dichiarato alla Cnbc che l’acquirente di Hummer è un investitore «serio» e che i dettagli sulla cessione saranno resi noti «in tempi relativamente brevi». L’acquirente, ha spiegato la casa di Detroit, «per ora preferisce restare anonimo» e la sua identità verrà rivelata solo a transazione conclusa.

«Hummer è un marchio forte – ha aggiunto Troy Clarke, responsabile delle operazioni di Gm in Nord America – sono fiducioso che Hummer si espanderà in tutto il mondo sotto la nuova proprietà. E questa cessione continua ad accelerare la trasformazione di Gm in un’azienda più snella, più competitiva e più concentrata sugli obiettivi».

Dopo il grande successo raccolto negli anni d’oro dei Suv, il mutamento dei gusti della clientela americana, ora orientata su modelli più efficienti, l’anno scorso ha fatto crollare del 51% le vendite di Hummer in Usa. Quando mise il marchio per la prima volta, nel giugno 2008, General Motors sperava di ricavarne oltre mezzo miliardo di dollari. Ma, secondo gli analisti, le mutate condizioni del mercato garantirebbero ora alla compagnia Usa un ricavo di circa 100 milioni di dollari.

Intanto General Motors è in trattativa anche con tre player interessati al marchio svedese Saab, messo in vendita dalla casa automobilistica di Detroit assieme ad altre attività come Saturn, Hummer e Pontiac. Lo ha detto il direttore finanziario di Gm, Ray Young, durante la conference call assieme all’amministratore delegato, Fritz Henderson. Il mese scorso il tribunale svedese di Vanersborg ha dato tempo fino al 20 agosto per la ristrutturazione di Saab in vista della cessione. Saab è entrata in amministrazione controllata il 20 febbraio scorso. Sedici, infine, le manifestazioni d’interesse per il marchio Saturn.