GLOBAL CROSSING PORTA IN TRIBUNALE TYCO PER $1 MLD

23 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Global Crossing (GBLX) ha deciso di trascinare in tribunale Tyco International (TYC) e chiedere un risarcimento di oltre $1 miliardo.

Il contenzioso e’ nato sulla base di presunte violazioni degli accordi relativi a una commessa per l’installazione di fibre ottiche sul fondale marino.

Global Crossing, che ha depositato la causa presso la corte federale di New York, sostiene che Tyco Submarine, una divisione di Tyco, abbia utilizzato alcune informazioni riservate per sviluppare un proprio sistema di reti a fibre ottiche sottomarine.

Global Crossing aveva dovuto rivelare alcuni dati tecnici segreti dopo aver affidato una commessa da $3 miliardi a Tyco per l’installazione di una rete di fibre ottiche sottomarine in Sud America. La divisione di Tyco aveva sottoscritto un contratto per il quale le informazioni ricevute da Global Crossing non sarebbero state ne diffuse ne utilizzate per scopi diversi dall’esecuzione della commessa.

Oltre al risarcimento danni, Global Crossing chiede un’ingiunzione del tribunale che vieti a Tyco di non utilizzare i segreti acquisiti.

Il titolo Global Crossing ha chiuso ieri a $28,03 in ribasso dell’1,86%. Tyco International ha chiuso a $44 in ribasso del 7,37%.