GIORNATA MEMORABILE, NASDAQ RECUPERA DOPO CROLLO

4 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Una giornata memorabile, la sessione di martedi’. Un’enorme ventata di volatilita’ si e’ estesa sul Nasdaq, che durante il pomeriggio ha sfiorato al ribasso quota 3.800. Tutti i principali indici di borsa sono stati trascinati in forte calo, al punto che qualche operatore ha cominciato a parlare di ”bagno di sangue”.

Ma verso la fine della giornata di contrattazioni gli investitori professionisti hanno fatto shopping di titoli sottovalutati, e i principali indici hanno limato le perdite.

Al termine della sessione, il Nasdaq Composite era in calo dell’1,74%. L’indice Dow Jones Industrial Average (blue chip) era in calo dello 0’42%, mentre il Wilshire 5000 era in calo dell’1,15%.

Il crollo intraday – un seguito quasi scontato date le perdite di lunedi’ – ha portato l’indice al di sotto del 23% rispetto alla chiusura record di 5048 registrata lo scorso 10 marzo. Il che equivale a un calo del 3% sull’anno.

Gli investitori hanno venduto a piene mani, portando il Nasdaq ufficialmente in ”mercato orso” (bear territory). Tecnicamente, per ”mercato orso” si intende un ribasso di oltre il 20% rispetto ai massimi – insomma una vera e propria correzione in piena regola.

Il flusso di ordini di vendita ha causato il forte arretramento nelle quotazioni delle principali societa’ di brokeraggio online per il timore che il crollo del Nasdaq faccia diminuire sensibilmente la compravendita di titoli su Internet.

Charles Schwab (SCH) a un certo punto perdeva oltre il 12%; Ameritrade (AMTD) perdeva il 13%; DLJdirect (DLJTX) era in calo di quasi l’8%; E*Trade perdeva circa il 20%.

La forte flessione del settore era cominciata lunedi’, scatenata dal calo del titolo Microsoft (MSFT) dopo la notizia del collasso delle trattative antitrust tra la societa’ informatica e il governo Usa. Alla fine della sessione di lunedi’, il Nasdaq Composite era in calo del 7,6% dopo aver sofferto del piu’ ampio calo intraday nella sua storia in termini di punti. Martedi’ e’ stato, ovviamente, molto peggio.

Martedi’ anche i titoli del Dow, che in mattinata era riuscito a salire di circa 200 punti sull’onda del flusso di investimenti dall’high-tech alle blue chip, alla fine sono stati sommerso dagli ordini di vendita. Solo ieri il Dpw aveva segnato una crescita di circa 300 punti, il sesto piu’ grande aumento intraday in termini di punti.

(verificare chiusure INDICI Dow Jones, Nasdaq, S&P 500, Russell 2000 e Wilshire 5000 IN TEMPO REALE in prima pagina).

Tra i maggiori titoli in movimento oggi alla borsa di New York:

Nel settore dei software per l’e-commerce, Ariba (ARBA), pur avendo risentito in mattinata della debolezza del settore tecnologico, a fine giornata registra un guadagno di oltre il 5%. La societa’ oggi ha reso pubbliche le sue previsioni per gli introiti del primo trimestre. I risultati dovrebbero superare le aspettative degli analisti del 25-35% vista la grande richiesta del software per il business-to-business realizzato dalla societa’. Gli utili dovrebbero attestarsi tra i 36 ed i 38 milioni di dollari.(vedi storia WSI)

Nel settore informatico, questa mattina Unisys Corporation (UIS) ha fatto sapere che gli introiti per il primo trimestre sono in calo, mentre gli utili del secondo trimestre dovrebbero combaciare con i risultati registrati l’anno scorso. Il titolo ha perso piu’ del 9%.(vedi storia WSI)

JDS Uniphase (JDSU), dopo essere stato in grande rialzo nel preborsa questa mattina, e’ sceso in territorio negativo con una perdita superiore al 5%. La societa’ ha annunciato oggi l’acquisizione di Cronos Integrated Microsystems, una societa privata che produce dispositivi MEMS (micro-electro-mechanical systems) per reti a fibre ottiche, per 750 milioni di dollari in azioni.

Al di fuori dal settore dell’high-tech, Procter & Gamble (PG) e’ stata in rialzo di quasi il 5% dopo che Donaldson Lufkin & Jenrette ha consigliato ai suoi clienti il titolo della societa’ multinazionale. La banca d’affari ha aumentato il rating di (PG) da “Market Perform” a “Buy” visto che i problemi riscontrati dalla societa’ dovrebbero essere risolti in breve tempo. Dal marzo scorso, il titolo aveva perso il 32%.

Nel settore dolciario, Nabisco Group Holding (NGH) ha fatto sapere di voler esplorare ogni alternativa che possa portare alla massimizzazione del titolo. La societa’, oggi, ha rifiutato l’offerta di acquisizione di una partecipazione del 30% a 13 dollari per azione da parte del finanziere Carl Icahn, che gia’ ne detiene l’8,9%. A fine giornata, il titolo ha guadagnato piu’ del 13%.(vedi storia WSI)

Ma ecco la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York York Stock Exchange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(AOL) America Online, Inc. 32,394,500 63.625 -2.875 -4.32%;

(PFE) Pfizer Inc 32,351,600 39.563 +1.563 +4.11%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 25,265,300 27.063 -0.438 -1.59%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 17,823,600 60.500 -0.500 -0.82%;

(C) Citigroup Inc. 16,703,000 59.063 -2.938 -4.74%;

(IBM) International Business Machines Corporation 15,504,800 120.063 -1.938 -1.59%;

(NT) Nortel Networks Corporation 14,908,000 111.625 -8.125 -6.79%;

(PHA) Monsanto Company 14,467,000 57.250 +3.125 +5.77%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 14,493,900 21.938 -0.875 -3.84%;

(TYC) Tyco International Ltd. 14,042,900 47.125 -3.375 -6.68%.

Ed ecco la lista dei 10 titoli piu’ trattati al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 112,863,500 73.813 +0.875 +1.20%;

(MSFT) Microsoft Corporation 88,237,700 88.875 -2.000 -2.20%;

(ORCL) Oracle Corporation 60,138,100 76.750 -0.125 -0.16%;

(DELL) Dell Computer Corporation 50,423,600 54.063 +0.688 +1.29%;

(SUNW) Sun Microsystems, Inc. 46,580,900 90.969 +1.156 +1.29%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 43,367,300 105.750 -5.875 -5.26%;

(PMTC) Parametric Technology Corporation 42,652,200 9.250 -1.500 -13.95%;

(INTC) Intel Corporation 42,060,900 132.813 +2.188 +1.67%;

(WCOM) MCI WorldCom, Inc. 34,467,800 44.438 -1.000 -2.20%;

(COMS) 3Com Corporation 23,403,100 44.875 -4.875 -9.80%.