Giappone, il mistero del calamaro gigante

7 Gennaio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il mare da oggi ha un mistero in meno da svelare. Per la prima volta nella storia una telecamera è riuscita a filmare un calamaro gigante: l’ha scovato a 900 metri di profondità nelle acque del Pacifico. A realizzare il “colpaccio” è stato lo scorso 10 luglio un’equipe del Museo scientifico nazionale giapponese in collaborazione con la rete televisiva pubblica giapponese Nhk e quella americana Discovery Channel.

Il calamaro gigante – il cui nome scientifico è Architeuthis – era stato individuato a 630 metri di profondità dagli scienziati all’interno di un sottomarino circa 15 chilometri a est dell’isola di Chichi, nel Pacifico del nord. Il sommergibile, con tre persone a bordo, lo ha seguito fino a 900 metri prima che l’animale scomparisse negli abissi.

La Nhk ha ora diffuso le immagini del calamaro gigante, il cui solo corpo, senza le braccia e i tentacoli, risulta lungo 3 metri. La lunghezza totale “è stata stimata in otto metri”, ha spiegato Tsunemi Kubodera, del Museo scientifico giapponese, aggiungendo che, “i due principali tentacoli risultano amputati”, per ragioni ignote agli scienziati.


Calamaro Gigante di giotelamon