GESTIELLE LANCIA UNA CONTRO-OPA SU GILDEMEISTER

25 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Contro-opa (l’opa è un’offerta pubblica di acquisto lanciata in Borsa) sulla Gildemeister lanciata da G.I. Holding, società finanziaria di partecipazioni di Bergamo controllata al 100% da Gestielle Merchant spa, del Gruppo bancario Popolare di Verona San Giminiano e San Prospero.

La contro-opa alla precedente offerta lanciata dalla Gildemeister AG, e respinta dal Consiglio di amministrazione della società, riguarda la totalità delle azioni Gildemeister Italiana spa, società quotata al mercato telematico di Borsa.

G.I Holding ha deliberato un aumento del capitale (attualmente di 20 milioni) fino a 120 miliardi, da sottoscrivere in più tranche.

L’offerta irrevocabile agli azionisti si caratterizza come concorrente di quella promossa da Holding Macchine Utensili spa (Gildemeister AG) a 4,13 euro (un euro vale 1936,27 lire), il 31 gennaio 2000 e autorizzata dalla Consob il 23 febbraio, ed è di 4,5 euro (8713 lire), per un corrispettivo dell’offerta di 244 miliardi, che salgono a 257,1 includendo le azioni rivenienti dall’eventuale esercizio delle stock option.

L’offerta, che potrebbe iniziare nel mese di marzo, è subordinata al raggiungimento di tante adesioni corrispondenti ai due terzi del capitale sociale più un’azione, ma l’offerente si riserva di accettare anche una quota minore purchè rappresenti almeno la metà più una azione.

“L’operazione”, si legge in una nota, “ha la finalità di acquisire il controllo dell’Emittente Spa per promuovere e realizzare un’autonoma piattaforma industriale, anche mediante aggregazione di altre imprese, in continuità con le linee strategiche disegnate dal management e gli investimenti fin qui realizzati dalla società”.

L’obiettivo, si spiega ancora, è favorire la creazione di un Gruppo leader nel settore, che possa assumere un ruolo di primaria importanza nel contesto competitivo internazionale.