GENERALI EMETTE BOND IN EURO AL 4.0% (ESAURITO)

9 Settembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

(Aggiornamento da Ansa): Generali ha collocato un bond da 1,75 miliardi di euro che andra’ a rifinanziare l’intero debito in scadenza l’anno prossimo. Lo si apprende da fonti di mercato che segnalano che l’emissione, conclusa in poche ore, ha raccolto ordini pari a tre volte l’offerta.

Generali ha in cantiere un bond benchmark denominato in euro. L’operazione, che sara’ curata da Mediobanca, Calyon e Morgan Stanley, avra’ una durata di 15 anni. Le attese del mercato sono per un premio in area di 135 punti base sopra il midswap.

Hai approfittato del rialzo di +55% dello S&P500 da marzo ad agosto? Ora per continuare a guadagnare, abbonati a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca su INSIDER

L’emissione in arrivo, destinata agli investitori istituzionali, e’ parte del programma Emtn annunciato dal gruppo assicurativo e finalizzato al rifinanziamento del debito in scadenza nel 2010. Da rilevare che nel prossimo anno giungeranno a maturazione titoli senior emessi da Generali per un ammontare di 1,75 miliardi di euro. L’emittente, il cui nuovo bond e’ del tipo senior, vanta come rating ‘Aa-‘ per S&P e Fitch e ‘Aa3′ Moodys’. I book, si apprende dalle banche, sono aperti. La chiusura e’ prevista in tempi brevi. (Il Sole 24 Ore Radiocor)

aggiornamento:

In attesa del pricing, previsto per questa sera, gli esperti fanno gia’ la radiografia al nuovo bond senior targato Generali. L’operazione, con il premio di 130 punti base sopra il midswap (che attualmente gira sul 3,94%), risulta per l’emittente piu’ economica del debito che andra’ a rifinanziare nel 2010, emesso al tasso del 6,25%. Nello stesso tempo il nuovo prestito per gli investitori risulta piu’ vantaggioso del titolo del Tesoro italiano comparabile (marzo 2025), il quale riconosce agli investitori un rendimento del 4,76% (quello piu’ vicino tedesco paga addirittura il 3,85%). Questo per quanto riguarda i governativi.

Se si guarda il mercato corporate, il bond Generali affronta un segmento del mercato, quello dei 15 anni, che il settore assicurativo da molto tempo non sperimenta. Da qui, oltre che per la qualita’ del credito dell’emittente, arriva, secondo gli operatori, l’elevato interesse manifestato dagli istituzionali. Va comunque rilevato che emissioni similari effettuate nel recente periodo hanno ‘pagato’ meno (Edf +90 pb ed Eni +75 pb) ma questo e’ dipeso, spiegano gli addetti ai lavori, soprattutto dall’attrattiva che hanno di solito – e in particolare in questo momento – gli emittenti del mondo ‘utility’ ed ‘energy’. Si segnala infine che l’emissione decennale che Allianz ha collocato a meta’ luglio, a +125 punti base, attualmente sul secondario gira a +100 punti base. (Il Sole 24 Ore Radiocor)

Collocamento chiuso per l’operazione decennale lanciata stamani da Intesa Sanpaolo tramite i servizi di Barclays Capital, Bnp Paribas, Deustsche Bank e della propria controllata Banca Imi. L’importo del bond e’ stato fissato a 1,5 miliardi a fronte di una domanda che ha raggiunto agevolmente i 5 miliardi. Lo apprende Radiocor dagli istituti che hanno curato il prestito, ovvero il primo ‘lower tier 2′ effettuato in Italia dal maggio 2008. Il premio riconosciuto e’ di 155 punti base, piu’ basso rispetto i 160-165 iniziali.