Ferrero lancia una nuova linea di gelati Rocher, Raffaello e Estathè

15 Aprile 2021, di Alberto Battaglia

Se la pralina si squaglia con il caldo estivo, Ferrero ha pronta la soluzione: una controparte in gelato per alcuni dei suoi prodotti più apprezzati come Raffaello e Ferrero Rocher. I popolari cioccolatini a base rispettivamente di cocco e nocciola, infatti, spariscono ogni estate dagli scaffali, data la loro particolare sensibilità al caldo.

Per ritrovare gli stessi aromi anche nel periodo vacanziero per eccellenza, Ferrero ha lanciato una nuova linea di gelati, che sarà disponibile solo in supermercato. Ferrero Rocher, nelle versioni Dark (fondente) e Classic (al latte), e Raffaello (al cocco). I nuovi gelati a stecco, proprio come le controparti “originarie”, si presentano ricoperti di cioccolato e granella di nocciole o cocco. A questi tre prodotti si aggiungono anche i nuovi ghiaccioli della linea Estathè, nelle varianti alla pesca e al limone: qui il packaging ricorda da vicino il classico bicchiere bianco che da decenni è il brick d’elezione per il tè freddo targato Ferrero.

Lancio in cinque Paesi, produzione in Spagna

La nuova linea di gelati sarà lanciata in contemporanea in Italia, Francia, Germania, Austria e Spagna e saranno prodotti nei pressi di Valencia (Spagna) nello stabilimento della Ice Cream Factory comaker, compagnia che Ferrero aveva acquisito nel 2019 e con oltre 55 anni di esperienza nel settore della gelateria.

Ferrero, i numeri del gelato industriale

Quella delle praline diventate gelato non è una prima assoluta per la società piemontese che, in collaborazione con Unilever, aveva già lanciato una linea di gelati Kinder.
Il Gruppo di Alba ha fatto sapere che l’obiettivo è “diventare un attore importante” nel mondo dell’industria del gelato industriale, che in Italia fattura 1,9 miliardi di euro, di cui il 60% proprio in supermercati e alimentari.
Ancor più nel dettaglio gli “stecchi” costituiscono il 18% delle vendite dei gelati, mentre i ghiaccioli un altro 7%.

Ferrero, che si è confermata anche quest’anno uno dei marchi più rispettati al mondo, secondo la classifica RepTrak, ha archiviato il 2020 con un incremento dei ricavi del 7,8% a 12,3 miliardi di euro.