GB ALZA TASSE SU BONUS E SALARI PER RIDURRE DEFICIT

9 Dicembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Il Cancelliere dello Scacchiere britannico Darling ha stabilito un’imposta del 50% sui bonus ai top manager, promettendo che incrementera’ le tasse sui redditi personali dopo le elezioni dell’anno prossimo, per risanare il disavanzo pubblico, salito su livelli preoccupanti in seguito alla fase di recessione.

Il Tesoro britannico ha intenzione di raccogliere nei prossimi mesi sino a 550 milioni di sterline ($896 milioni) dalle sovvenzioni delle banche e di ricavare altri 3 miliardi di sterline dai redditi incassati dopo aprile 2011. Nel marzo del 2013, il debito pubblico della nazione e’ previsto salire di 4.6 miliardi di sterline a quota 611 miliardi.

Con il livello di gradimento in calo prima delle elezioni di giugno, il primo ministro Gordon Brown sta cercando in tutti i modi di trovare il giusto equilibrio tra la necessita’ di ridurre il deficit record e allo stesso tempo aumentare gli aiuti ai cittadini della Corona che stanno incontrando serie difficolta’ a conservare il proprio posto di lavoro e il cui voto decidera’ le sorti del partito Laburista.