G20: ESPLODE LA RABBIA CONTRO I RICCHI E POTENTI

1 Aprile 2009, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) – Attivisti anti-guerra, ambientalisti, no global anti-capitalisti: per 48 ore, fino a giovedì, giorno del G20, Londra rischia di essere messa a ferro e fuoco dalle diverse manifestazioni in programma. Cecchini sopra i tetti, tombini bullonati, quasi 3.000 telecamere di sicurezza ad ogni angolo delle strade: tutto è pronto nella capitale britannica per un’operazione-sicurezza che non ha precedenti. Già in queste ore, migliaia di dimostranti stanno convergendo, in quattro diversi cortei, verso la sede principale della Banca d’Inghilterra, al centro della city londinese, per una manifestazione di protesta contro il vertice.

CARICHE E ARRESTI – Carica della polizia a Cannon Street, dove si sono concentrati i gruppi anarchici: gli agenti, massicciamente schierati, hanno usato manganelli per evitare che la marcia raggiungesse la sede della Banca d’Inghilterra. E tre persone, secondo quanto riferito da Sky News, sono state arrestate a una delle manifestazioni: due erano in possesso di coltelli, una è stata fermata per aver aggredito un agente di polizia. Lo riferisce Sky News.

CITTÀ DESERTA E BLINDATA – I londinesi, intanto, hanno lasciato la città e le autorità hanno invitato chi si vuole recare al lavoro nella city a vestirsi in modo ‘casual’ per non dare nell’occhio. Gli uomini dispiegati nell’area metropolitana londinese sono circa 5mila.

Copyright © Corriere della Sera. All rights reserved